Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Concorso "Ha ragione Vincenzo"

Ha ragione Vincenzo

Concorso ha ragione Vincenzo

   Commissione  giudicatrice della seconda edizione del Concorso Letterario Nazionale “Ha ragione Vincenzo”,

presieduta dal Presidente della Consulta Giovanile Studentesca di Verona, sig. Luca Erbifori, ha classificato Camilla Sperotto finalista con premio e Asmaa Mahdoud meritevole di menzione speciale.Testo che ha partecipato al concorso

Doppio successo per l’Istituto professionale “Lanino” che apre il nuovo anno scolastico con due premiazioni per le allieve della classe IV B- Corso sociale.

La cerimonia di premiazione si è tenuta domenica  29 Settembre  a Verona alle ore 10  presso “Palazzo della Lisca” alla presenza di autorità provinciali civili e militari, esponenti del mondo veronese della cultura e della pubblica amministrazione.

Il concorso è stato proposto alle scuole dall’Associazione di Volontariato  LE.VISS (Leucemia vissuta)- Progetto “C.S.E. a Scuola” finalizzato alla sensibilizzazione al dono delle cellule staminali emopoietiche.

Il progetto ha ottenuto il patrocinio del Comune e della Provincia di Verona, della Consulta Provinciale Studentesca, dell’Accademia Mondiale della Poesia e la collaborazione formale dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Verona.

Le allieve con la prof.ssa Sabrina Campisi hanno vissuto una mattinata ricca di emozioni.

Il testo di Camilla che ha partecipato al concorsoAsmaa e Camilla con tanta sensibilità  hanno condiviso il motto di Vincenzo :“NON MOLLARE MAI!”.

Vincenzo era un ragazzo veronese, nato  nel 1986 , pieno di brio e aspettative per il suo futuro.

All’età di 17 anni una diagnosi di leucemia mieloide acuta  ha imposto uno stop ai suoi progetti e ha deviato il corso delle sue giornate .

Vincenzo ha reagito alla malattia con la forza e la grinta che gli erano proprie  senza dare spazio alla rassegnazione.

In due anni  la malattia ha avuto il sopravvento…

Vincenzo  ha lasciato in eredità tre insegnamenti: la determinazione, la forza di volontà e il coraggio condensati nel suo motto.
Asmaa e Camilla hanno condiviso le parole di Vincenzo e si sono accostate alla tematica della malattia in modo consapevole e maturo.

Il corso di studi che stanno frequentando con impegno e passione  è frutto di una loro scelta orientata a lavorare  nel sociale per operare in questo settore a cui si stanno avvicinando con tanta serietà .Come definire tutte le persone che non mollano mai? SemplicementeEROI!”.

In “Felicità” Asmaa  : “Ce la farò, supererò gli ostacoli con tenacia e determinazione; non arretrerò davanti a strade buie, perché la luce è dentro di me e irradia il mio cammino ovunquenonostante”.

 Giudizio della commissione CamillaGiudizio della commissione

 

 Galleria fotografica